Per il giorno del 25 Aprile ad Empoli convochiamo la pedalata resistente, un’iniziativa per mantenere viva la memoria e la pratica dell’antifascismo nel nostro territorio. Per rispettare le disposizioni preventive di distanziamento, adotteremo una modalità alternativa di manifestazione, muovendoci tutte e tutti insieme con le proprie bici in una pedalata resistente che raggiungerà i luoghi della memoria della città di Empoli.

Sarà un momento per ricordare i nostri caduti, dai partigiani che si opposero con le armi all’occupazione nazifascista, agli internazionalisti come Orso che combattono a fianco dei fratelli e le sorelle curde per la costruzione del federalismo democratico, a Carlo Giuliani di cui a luglio ricorrono i 20 anni dalla sua morte.

La data del 25 Aprile non è per noi una mera ricorrenza o memoria del passato, ma un momento sempre attuale per ribadire l’attualità della pratica antifascista, di fronte alla cultura dell’odio verso i deboli e i diversi che tanti attori politici usano in maniera strumentale in questi anni di crisi, ma anche di fronte alle pratiche antidemocratiche dei mercati e della finanza che calpestano continuamente i diritti sociali e le stesse istituzioni della democrazia rappresentativa.

Il 25 Aprile, nella memoria collettiva dal basso, è l’evento che sancisce non solo che la lotta e il conflitto sono l’origine dei principi democratici della nostra Repubblica, ma che ne sono il motore che li mantiene vivi e che alimenta le trasformazioni sociali contro le ingiustizie e le disuguaglianze.

Invitiamo tutte e tutti gli antifascist* a partecipare alla pedalata resistente.

Ritrovo alle ore 11 di fronte alla Stazione di Empoli, nel rispetto delle norme di sicurezza anti covid.

Empoli antifascista

Csa Intifada/Comunitàinresistenza Empoli