Consiglio comunale del 19 dicembre

Il Comune di Empoli dopo le proteste, le assemblee cittadine e i cortei, chiude al gassificatore, duramente osteggiato da comitati e territorio.

L’Amministrazione #Pd è stata costretta al passo indietro e sposta ora la responsabilità e la decisione finale sulla costruzione o meno dell’invasiva opera sulla Regione Toscana.

La scelta del Comune di Empoli è stata comunicata ai comitati, di cui fa parte anche il CSA Intifada Comunitàinresistenza Empoli, durante la seduta del Consiglio comunale empolese di lunedì 19 dicembre.

Grazie ad Andrea Cegna e a Radio Onda d’Urto per l’intervista.

L’intervista di Radio Onda d’Urto al Csa Intifada sulla questione gassificatore. Ascoltala qui:

https://www.radiondadurto.org/2022/12/20/empoli-il-comune-fa-marcia-indietro-sul-rigassificatore-la-palla-ora-passa

NO al gassificatore e alla multiutility.

Ieri pomeriggio con i comitati in consiglio comunale ad Empoli.

Trasparenza per EmpoliMarcignana Non Si Piega MAMME NEWS A TUTTO GAS, Assemblea permanente NO KEU COMITATO RADDOPPIO EMPOLI GRANAIOLO, Comunitàinresistenza Empoli/CSA INTIFADA Comitato Viale IV Novembre (EMPOLI)

Dopo le proteste la sindaca Barnini chiude sull’impianto rifiuti: “Ho scritto alla Regione Toscana e ad Alia, non si va avanti” .

“Considerata la risposta che c’è stata, è naturale prendere atto che non c’è quella condivisione che doveva essere essenziale. Ho inviato a Giani Monni e Ciolini una lettera, atto formale tramite pec, che dice che stante la discussione per come si è sviluppata, non ci sono le condizioni, basta, non si va avanti”.

Si chiude formalmente un capitolo per l’amministrazione comunale di Empoli con il diniego ad andare avanti con l’impianto rifiuti prospettato da Alia nella zona del Terrafino. Il virgolettato è della sindaca Brenda Barnini in Consiglio comunale durante i primi minuti dell’assise, in risposta a una richiesta del gruppo Buongiorno Empoli.

L’intervento è stato preceduto dai capitoli delle puntate precedenti dove si riepiloga sin dal bando della Regione come si sono svolte le cose fino all’assemblea di Marcignana e la chiusura sostanziale della popolazione presente a un impianto di questo tipo.

Il consigliere Leonardo Masi ha ringraziato la giunta per una scelta di questo tipo, chiedendo attenzione affinché non venga riproposta dalla Regione una soluzione simile sul territorio, alla luce dei numerosi comitati che si sono attivati in questi mesi.

Leggi questo articolo su: gonews.it Empolihttps://www.gonews.it/…/barnini-empoli-lettera…/