Buone lotte e buona Resistenza!

Questo è il nostro augurio per il 2023, bisogna Resistere ad una società sempre più securitaria sempre meno inclusiva, contro un governo di destra che ha dichiarato “guerra ai poveri” cancellando nei fatti il reddito di cittadinanza, alimentando precarietà e il lavoro povero, un governo schierato dalla parte dei padroni “senza se e senza ma” un governo contro i giovani, infatti con il DL anti rave approvato in queste ore si legge “chiunque organizza o promuove l’invasione arbitraria di terreni o edifici altrui pubblici o privati al fine di realizzare un raduno musicale o avente scopo di intrattenimento è punito con la reclusione da tre a sei anni e la multa da 1.000 a 10.000 euro” una decreto che limita la libertà di promuovere momenti ludici al di fuori della cultura dominante dove per sentire musica e trascorrere una serata devi avere soldi…quindi sempre meno liberi!

Bisogna lottare contro questo governo che CRIMINALIZZA le ONG che salvano i migranti che scappano da guerre e povertà e intraprendono la traversata del mediterraneo divenuto un cimitero!!

Senza dimenticarci delle guerre nel mondo alimentate sempre da interessi economici, in corso in questo momento son ben 59!! e l’invasione russa dell’Ucraina è solo l’ultimo di un lungo elenco di conflitti. Dall’Afghanistan, alla Libia, al Myanmar, alla Palestina al Rojava, alla Nigeria, all’iran sono molte le popolazioni del mondo per cui il conflitto è la tragica normalità.

In questo panorama la questione ambientale e la lotta al cambiamento climatico

diventano questioni centrali per la salvaguardia del pianeta e bene fanno gli attivisti di Ultima Generazione a promuovere iniziative di disobbedienza civile per sensibilizzare i cittadini.

Terminiano questi auguri di fine anno con le parole dell’appello di NON UNA DI MENO VERSO LO SCIOPERO GLOBALE FEMMINISTA E TRANSFEMMINISTA per l’8 marzo 2023.

“Insieme scioperiamo. Rivolgiamo questo appello:

A tutte le persone che in questi mesi hanno riempito le piazze con la loro opposizione e il loro rifiuto di questo governo, dell’ideologia “Dio, patria e famiglia” e più in generale di questo sistema capitalista e patriarcale violento, che ci uccide e ci mortifica quotidianamente….(qui l’appello integrale https://nonunadimeno.wordpress.com/…/8-m-2023-appello…/)

Il nostro augurio per il 2023 é di ritrovarsi nelle strade e nelle piazze sulle barricate dalla parte giusta perché “Un’altro mondo é possibile e NECESSARIO!! …..

Senza dimenticare di gridare sempre più forte NO AL FASCISMO NO AL RAZZISMO!

Csa Intifada Comunitàinresistenza Empoli